Giulio Cesare di Shakespeare al Silvano Toti Globe Theatre

Al Silvano Toti Globe Theatre di Roma è andato in scena Giulio Cesare, per la regia di Daniele Salvo, prodotto dall’associazione Politeama S.r.l., con un numeroso cast di alto livello e un grande compartimento tecnico. Perché costruire un teatro con quelle caratteristiche architettoniche? Storicamente l’architettura di un teatro ne descrive bene il contesto culturale e la finalità. Nel Novecento lo spazio teatrale ha assunto così tante forme da non avere più un’unica identità.

Settanta quadri d’amore in un’epoca di violenza

Nell’ambito di Romaeuropa Festival, va in scena all’Auditorium Parco della Musica, lo spettacolo Furia della coreografa Lia Rodrigues con la drammaturgia di Silvia Soter. La pièce è prodotta dal Théatre national de la dance – Chaillot e creata in stretta collaborazione con i danzatori dell’Art center della favela di Marè di Rio de Janeiro.

Pierre Byland e Mareike Schnitker: la poesia del quotidiano

L’autore, attore, regista, pedagogo Pierre Byland e l’attrice e pedagoga Mareike Schnitker presentano a Spin-Off – Auditorium Spin Time LABS lo spettacolo Confusion, con la regia del maestro Jacques Lecoq. Dall’apparente grigiore del quotidiano, il duo eclettico stilla l’essenza del grottesco e dell’assurdo: da questi due principi si genera il riso che trasforma il grigio in poesia.

Attraversamenti Multipli: una serata nel segno della decostruzione

L’incontro fra discipline artistiche e l’attraversamento dei linguaggi, ormai nota cifra stilistica della manifestazione e della compagnia Margine Operativo, ha chiuso l’ultimo venerdì di Attraversamenti Multipli nel segno della decostruzione. Ironia e rigore sono gli strumenti essenziali per destrutturare le operazioni artistiche, per creare nuovi #mondi fra il dentro e fuori scena.

Abitare la piazza

Attraversamenti multipli è «un’opera d’arte polimorfa». Così Alessandra Ferraro, che insieme a Pako Graziani forma la compagnia Margine Operativo, definisce il festival che hanno creato insieme.

Fra lago e isola: un Concerto fisico che attraversa la distanza

Concerto fisico, presentato in anteprima al Teatro India, all’interno di «Fuori Programma. Festival internazionale di danza contemporanea», il 10 luglio 2019, è uno spettacolo che, attraverso una partitura corporeo-vocale, vuole riattivare il passato, ripercorre e ridisegna un percorso denso di trasformazioni per i singoli artisti, per la compagnia e per il pubblico. Michela Lucenti, anima fondatrice del collettivo nomade per definizione, ha messo in scena una personale ricognizione della storia artistica di Balletto Civile, una ricerca che nell’arco di quindici anni ha creato diversi corpi pronti ad accogliere (come li definisce l’artista), con le loro origini e risvolti.

Attraversamenti Multipli 2019 #mondi

Dal 14 al 28 settembre torna Attraversamenti Multipli, festival che indaga i linguaggi artistici contemporanei in relazione con i luoghi urbani. Con la direzione artistica della compagnia Margine Operativo, sotto la guida di Alessandra Ferraro e Pako Graziani, la manifestazione, giunta alla diciannovesima edizione, continua ad abitare gli spazi romani di Largo Spartaco concentrandosi sulla contaminazione fra linguaggi artistici e il loro rapporto con il presente e la cittadinanza.