Un’inquieta dolcezza: alla ricerca del corpo perduto

Da lunedì 11 a giovedì 14 marzo 2019 si terrà per gli studenti della Sapienza il Laboratorio di Elementi di creazione coreograficadiretto da Davide Valrosso, presso il Balletto diRoma. Un incontro con l’artista ci ha permesso di introdurre il processo su cui si fonda il suo lavoro e di tracciare un profilo della sua ricerca, partendo in questo caso da un’idea che potrebbe sembrare inconciliabile così come la sensazione di non riuscire a riconoscere il proprio corpo come quello che si è sempre abitato, sentirlo modificato nella sua percezione e mancante nella sua pienezza, lontano dalla sua memoria e disorientato nella sua presenza.

Uniti sotto il segno del fare

Dal 13 al 19 dicembre si svolgerà, presso il Teatro India e la Biblioteca Marconi di Roma, Oscillazioni, ultima tappa che, con ventuno eventi in programma, chiude la dodicesima edizione del festival Teatri di Vetro – festival delle arti sceniche contemporanee, .Un evento che indaga la relazione tra chi fa il teatro e chi lo guarda, cercando di avvicinare lo spettatore al processo creativo dell’evento teatrale. Abbiamo incontrato Roberta Nicolai, direttore artistico del festival. Un’intervista
di Valeria Vannucci

“L’Abisso” ca‘ mi siccò ‘u cori

Debutta in prima nazionale, il 9 ottobre 2018 al Teatro India di Roma, L’Abisso di Davide Enia, spettacolo riguardante gli sbarchi a Lampedusa tratto dall’ultimo romanzo Appunti per un naufragio (Sellerio editore) vincitore del Premio Mondello e Premio Anima per il Sociale. Da una conversazione, quando a vincere è la necessità
di Federica Terribile

Essere quasi niente

In scena per Romaeuropa Festival 2018, Quasi Niente di Deflorian/Tagliarini, liberamente tratto dal film Deserto Rosso di Michelangelo Antonioni. Dentro e oltre l’opera cinematografica
di Alba Salluzzo e Davide Notarantonio